martedì 16 maggio 2017

Relay of the Dolomites 2017

Quest'anno siamo alla seconda edizione e si può gia dire che la Relay of the Dolomites sia la gara a staffetta più bella dell'arco alpino e non solo per quanto riguarda il format e la qualità dei tracciati, ma anche per i terreni ed i paesaggi spettacolari.



L'anno scorso con l'unica squadra Trent-O iscritta eravamo riusciti a chiudere all'ottavo posto mentre quest'anno ne abbiamo iscritte ben cinque! E mentre le prime 4 erano completamente Trent-O, l'ultima aveva 3 componenti di altre società; in particolare avevamo in prestito Pietro Palumbo e Luca Libardoni (Orienteering Crea Rossa) e Riccardo Scalet (
ASD Park World Tour Italia).
Io per motivi organizzativi ho lanciato, infatti poi ho assistito Giuliano con lo speakeraggio in inglese, ma la scelta è stata azzeccata. 



Dunque al lancio gara pulita fino alla tratta lunga, dove decido di non scegliere e mi butto in semi-discesa nel verde più o meno in direzione del decimo punto; avrei dovuto tenermi un attimo più alto e nel bianco così non sarei finito nel canalone che mi ha fatto scendere e quindi perdere alcuni minuti.
In seconda frazione Pietro fa il suo lavoro al meglio: secondo tempo di frazione e recupero di 11 posizioni!

Poi è toccato a Luca che pur con tempo non stratosferico ci ha fatto recuperare altre 3 posizioni e lui ha dato il cambio alla Marty.



Lei, in una frazione per sole donne che è stata decisiva (vedi crollo Pavione e recupero dell'Oberargaauer), si è saputa difendere ed ha dato il cambio a Riccardo subito dietro al Vaxjo OK ed a 7 minuti di distacco dai quarti, ovvero il Pavione.
Con sorpassi da fare invidia a Vettel il Riccardo ha fatto il miglior tempo di frazione 4 minuti inferiore al secondo tempo, ha virtualmente vinto la salita del trampolino con 58'' (tempo controllato sia da loggator che da gps personale e strava; secondo noi le 2 stazioni erano sincronizzate diversamente) ed ha recuperato fino al Pavione che, per qualche errore del Faby anche lui a fine tratta lunga, è scivolato in quinta posizione.
  
Irraggiungibile il Primiero A a cui vanno tutti i nostri complimenti e bellissima la sfinda Negrello-Morgenthaler per il secondo posto, vinta dal primierotto sulla tratta per andare alla 100 dove lo svizzero si è sbagliato ed ha aggirato l'ultimo boschetto dalla parte più lunga.
Qua sotto trovate la mia traccia gps sulla carta della prima e quarta frazione più i risultati finali e l'andamento delle squadre nelle varie frazioni in un semplice schema.




Classifiche finali ed altro qui: http://relay-dolomites.com/
Qui potete vedere le tracce gps del lancio: https://events.loggator.com/jwM2Nw
della quarta frazione (Trent-O A, Benigni): https://events.loggator.com/M28kYQ
e dell'ultima frazione (Trent-O E, Scalet): https://events.loggator.com/-qRxjQ

E qui trovate il replay del Live Facebook della gara:






Noi non vediamo l'ora che venga il prossimo anno, per correre la terza edizione che si terrà sul Renon, sopra Bolzano! #RelayoftheDolomites2018 #TrentoOrienteering http://relay-dolomites.com/

- - - - - - - - - - - - - - - http://olandsport.com/ - - - - - - - - - - - - - - -

1 commento: